Storia - Enzo Nastati

Vai ai contenuti
Storia
"La Vita è Amore"
E. Nastati
"La mia vita ha manifestato fin dall'inizio il Disegno che avevo deciso di seguire, perchè ho scelto di nascere da un padre che era un profondo studioso di scienze esoteriche e un indagatore del mondo spirituale".

Enzo ha trascorso la sua giovinezza attorniato da libri sulle discipline orientali, occidentali e dei misteri che ci circondano ogni giorno.
La svolta avvenne attorno ai 25 anni, con l'incontro con la scienza dello spirito antroposofica di Rudolf Steiner. Grazie ad un viaggio a Dornach (Svizzera) alla fine degli anni '70 la sua vita si rivolse definitivamente verso l'antroposofia.
Da quel momento Enzo iniziò ad occuparsi di agricoltura biodinamica in particolare e di scienza dello spirito in generale.
I suoi interessi sono da subito spaziati nelle più diverse discipline e poi sempre più  si sono indirizzati allo studio nell'indagine della vita.
Fu tra i  primi "giovani biodinamici d'Italia" e questo lo portò in breve tempo anche ad assumere cariche nazionali.

Un evento che ha  segnato profondamente la sua vita è stata la catastrofe di  Chernobyl (1986), che lo spinse ad ideare il primo rimedio per ridurre la  radioattività. Tale preparato era a base di funghi elaborati in modo omeopatico e  la grande sorpresa, nonostante la poca esperienza in campo omeopatico, fu di veder ridurre il Cesio 137 del 40%. Da quel  giorno decise che quella sarebbe stata la sua strada: lavorare per la  terra, lavorare per la vita ma soprattutto disinquinare, perché "se il  terreno non è inquinato non si potrà mai praticare alcuna agricoltura ecologica".

Enzo istituì quindi la prima Associazione,  "L'Albero della Vita", allo scopo di divulgare i risultati di queste ricerche e a diffondere i primi prodotti a base omeopatica realizzati applicando i princìpi dell'agricoltura biodinamica. Dall'unione della biodinamica e della nuova omeopatia nacque così l'agricoltura omeodinamica.
Ben presto  scoprì i limiti dell'omeopatia tradizionale e cominciò sviluppare una nuova metodologia omeopatica indirizzata all'azione sui Regni inferiori (animale, vegetale e minerale) modificando opportunamente sia i tempi che i gesti di dinamizzazione per l'allestimento dei preparati.
Nell'arco di pochi anni il lavoro aumentò e quindi Enzo costituì nel 1997 l'Istituto di ricerca Eureka, tutt'ora attivo, divulgando sempre più anche a livello internazionale i frutti delle ricerche. In tutti questi anni di lavoro Enzo ha operato in Italia, Grecia, Spagna, Slovenia, Croazia, Inghilterra, Francia, Stati Uniti, Messico, Argentina, Perù, Cina.

Nel  frattempo si accentuò in Enzo anche l'interesse per l'architettura e l'edilizia ecologica ma non tanto dal punto di vista dei materiali,  quanto dell'applicazione delle leggi delle forme e della geometria sacra per porre l'edificio in risonanza con le forze della vita. Questo lo portò a  studiare anche di prodotti specifici per ridurre l'aggressività dei leganti cementizi, armonizzare l'ambiente, proteggere dai campi elettromagnetici fino ad arrivare anche a studiare un sistema antisismico che ha dato ottima prova di sé durante il terremoto di Mirandola  del 2014.

Ma mano che l'indagine del mondo della Vita si approfondiva giunsero a lui sempre nuove richieste, tra cui la medicina e la pedagogia. Anche in questi campi Enzo ha portato un suo contributo, contribuendo alla fondazione di due scuole steineriane e collaborando a gruppi di ricerca indirizzati a nuovi sviluppi di queste discipline.

Nel frattempo, assieme ad un gruppo di persone fortemente uniti negli ideali comuni, ha dato inizio alla costruzione dell'Ecovillaggio "La Nuova Terra" a Codroipo (Udine), un esempio di Ecovillaggio naturale ed ecosostenibile, sperimentando diverse tecniche di costruzione ed isolamento e privilegiando in particolare la costruzione in legno e paglia. Nell'Ecovillaggio sorge uno dei più grandi edifici in legno e paglia a livello europeo.

A seguire Enzo ha fondato l'associazione "Arca della Vita", come prosecuzione del lavoro de "L'Albero della Vita", per sostenere progetti e divulgare attività, il tutto finalizzato a contribuire ad un risveglio delle coscienze.
Sul campo della divulgazione Enzo ha tenuto oramai migliaia di corsi e conferenze e a scritto circa 90 testi.

Attualmente Enzo prosegue con i suoi studi e le sue ricerche, interessandosi principalmente a sviluppare un percorso di crescita interiore che permetta all'individuo di sviluppare la sua parte animica e spirituale in una direzione evolutiva.




Enzo Nastati - p.iva 02902250303
Torna ai contenuti